venerdì 18 gennaio 2013

Atena -Bozzi 1924

Giaceva immota sotto un telaccio di plastica , accanto al mucchio del ferro vecchio.
“Questa non venirmi a dire che non è vecchia!” mi apostrofava il proprietario ben convinto.
Vecchia e vecchia..ma vediamo cos’è!
Atena” lessi sui mozzi e sulle pedivelle, con   un palpito al cuore.
Atena fu sottomarca Legnano-Wolsit negli anni 20-30 e su alcuni cataloghi compare come telaio nudo da assemblare.
Probabile che potesse essere completata dal ciclista di paese con minor spesa, oppure assemblata direttamente con pezzi venduti dalla Fabbrica.Chissà!
Questa ha la particolarità dei grossi cerchioni da 28 3/8 , montati su mozzi Atena a 32-40 fori.

Curiosamente un cerchio, il posteriore , è più stretto rispetto a quello anteriore, ma montano entrambi mozzi Atena.
Una riparazione?
Il manubrio è Roller con leve esterne, e la freneria fascettata al telaio.
Compare ancora sul canotto la bella decalca Atena , così come sul tubo discendente del telaio.
Rimane solo più il parafango posteriore, a schiena d’asino, con gemma in vetro posteriore.
L’anteriore è stato gettato anni fa dopo la bella botta presa alla forcella anteriore che l’ha lasciata un po’ ubriaca: la bici era ancora disastrosamente utilizzabile, ma senza il parafango che avrebbe toccato nel telaio..peccato!

Curioso il portafanale con la “W” di origine Wolsit, a confermare l’assemblaggio della bicicletta.
Un’occhiata golosa merita l’ingranaggio, solidale alla pedivella anche grazie a un bullone di fissaggio tipico delle bici corsaiole.

Sulla ghiera sx del movimento centrale è comparsa la data 1924, confermata dal numero seriale
intorno ai 73000.
Da notare come già nel 1925 una Legnano in mio possesso presenti già matricola A XXXXXX, confermando una produzione annua di quasi 25000 biciclette: non male!!

In attesa di un restauro conservativo molto impegnativo e approfondito, un tassello in più alla storia della bicicletta.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Bella e quasi completa ;-)
per la difficoltà del restauro e della quantità di ruggine mi ricorda molto il mio "parco" cicli....
:-)

Racervintage

Andrew ha detto...

è messa meglio di come presenta in foto!
ci scappa un bel conservativo, avendo già trovato il mulo anteriore :)

a presto, ciau racer!

Giancarlo stoppa ha detto...

...alla fine sono sempre meglio di quello che si presenta in foto.. per fortuna nostra ;-)

non vedo l'ora di vedere l'opera finita..

ciao

Giancarlo/racervintage