giovedì 1 ottobre 2009

Campione d'Italia!



Questo tipo di bici, in genere, le snobbo.
Son fatto così, certe categorie non le guardo nemmeno e , se mi capitano, smonto o baratto senza pietà.
Anche stavolta stavo per voltarmi, ma alcuni particolari mi hanno colpito assai.
"Bianchi, campione d'Italia".
Campanello Bianchi.
Manubrio(ricromato!!!) Bianchi con mega pataccone da Mod. Super.
Dinamo e faro Bianchi, mai visti prima.
Eppoi quei mozzi e quel cambio marcati Campagnolo, che anche chi, come me, crede che il cambio nella bici serva a barattare qualcosa, mi ha colpito.
Le pedivelle mi dicono 1963, mi stupisce pensare che ancora in quegli anni la Bianchi producesse robetta tanto raffinata , in pieno boom economico.
Insomma,tanto ho pensato che, tolti i due sganci rapidi alle ruote,e sganciati i fermafreno sulle ganasce di alluminio(!), via nel baule!
E già provata!
Fila una meraviglia,il cambio è quello che Dio fece, e anche se non provo l'emozione della bacchetta, credo che la terrò.
Una ripulitina e un'ingrassatina, questa si, ma non troppo.
La vecchia S bis sul cavalletto potrebbe non più volerne sapere di sbloccarsi..

9 commenti:

Stefano 89 ha detto...

Bella davvero...!! Come ti ho scritto su Flickr, questa è una Bianchi Lario, che come puoi vedere ha anche la particolarità di avere la corona con il "vecchio" e glorioso disegno degli anni '40!!
Con la paglietta fine dovrebbero ritornare splendenti anche le congiunzioni anteriori e le fasce sotto sella!!! Bella bella!!!

P. De Sade ha detto...

Bella ! ne ho una identica ! è il modello Lario, la mia è del 57...

é molto bella perche adotta soluzioni delle Bianchi da corsa del decennio prima (negli anni 60 erano ormai superate, ma è un vantaggio per noi collezionisti) ad esempio l corona è quella della Freccia se non erro e della Folgore (boh, Ste? parla tu và...)
Andre ti ho scritto una mail ieri.. risp...

Stefano 89 ha detto...

La corona come disegno è identica sia a tutte quelle delle Bianchi a bacchetta fino al 1942 (anche se fino al 1940 circa erano smontabili) e anche a tutte quelle delle Bianchi da corsa!!
Notare che questo era l'unico sul catalogo Bianchi ad avere questo tipo di corona (essendo il modello più lussuoso)!!

P. De Sade ha detto...

Ste, il disegno è uguale, ma non è la stessa corona delle bici Bianchi a bacchetta, varia di due cose: la prima è evidentissima ed è il diametro maggiore, e poi ci sono 5 fori e 4 "tagli" di alleggerimento sulla corona nella parte attorno al perno del movimento centrale... quindi ocio perche è la medesima corona della Folgore !

romHero ha detto...

A stefano e a paolo: grazie!come sempre il ferro e la ruggine mi danno modo di imparare da chi ne sa di più..l'opera di migliramento è iniziata oggi, condita da qualche giretto..mi piace davvero come va, bella filante..appena mi ricordo pubblico il numero di telaio di unj po'di Bianchi..

per paolo: mail??nn ne ho ricevute ..me la rimandi?

ciau a tutti!andre

Stefano 89 ha detto...

Per Paolo:

Sì è logico, io intendevo il disegno con il triangolo e i tre cerchi... :)

mad max ha detto...

Questa bici me la regalarono in prima media,1964, e me la sono fatta fregare, in stazione a Bologna, nell'81. Ho ancora la denuncia. Di imbecillità congenita. Ma non è la mia. Montava il cambio Simplex e aveva un manubrio più stretto. Trattala bene.

violino ha detto...

Ciao a tutti! Vorrei da voi esperti un consiglio...sono da poco venuto in possessso di una Bianchi Campione d'Italia blu in condizioni quasi tremende. Io e il mi Socio la vorremmo trasformare in una bici a ruota libera super essenziale mantenendo telaio e guarnitura, ma ci attanaglia anche il dubbio/dovere di riportarla al suo stato originale. Cosa ne dite?
Grazieeeeeee

aldova ha detto...

per oltre 40 anni ho conservato in box, appesa ad un gancio, una bici celeste con scritta "Campione d'Italia". Ieri mio genero, appassionato del genere, mi ha chiesto di tirarla giù per verificarne le condizioni. Con estrema sorpresa, gonfiate le ruote, ha funzionato perfettamante:cambio, dinamo campanello etc. è leggerissima non ha ruggine ma solo le cromature del manubrio e parafanghi sono ruvide, manca un pò di vernice e la copertura del sellino è rovinata. Qualcuno mi può suggerire come ovviare agli inconvenienti e renderla perfetta senza compromettere le decalcomanie?
Aldova (vega.va@hotmail.it)